D.M. 02/09/2021: la formazione degli Addetti Antincendio

Ai fini dell’organizzazione delle attività formative sono individuati tre gruppi di percorsi formativi in funzione della complessità dell’attività e del livello di rischio.

Livello 1 (basso) 
Livello 2 (medio)
Livello 3 (alto)

 

L’allegato III del decreto elenco le attività ricadenti nei diversi livelli al fine di erogare la formazione in maniera congrua rispetto al livello aziendale.

 

I corsi di formazione sono così organizzati:
CORSO DI TIPO 1-FOR: CORSO DI FORMAZIONE ANTINCENDIO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ' DI LIVELLO 1 (DURATA 4 ORE, compresa verifica di apprendimento) 
2 ore di teoria antincendio e 2 ore di esercitazioni pratiche (novità per il rischio considerato basso - limitatamente alla conoscenza e all’uso degli estintori portatili).

 

CORSO DI TIPO 2-FOR: CORSO DI FORMAZIONE ANTINCENDIO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ DI LIVELLO 2 (DURATA 8 ORE, compresa verifica di apprendimento).
5 ore di teoria antincendio e 3 ore di esercitazioni pratiche.

 

CORSO DI TIPO 3-FOR: CORSO DI FORMAZIONE ANTINCENDIO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ DI LIVELLO 3 (DURATA 16 ORE, compresa verifica di apprendimento).
12 ore di teoria antincendio e 4 ore di esercitazioni pratiche.

 

Gli addetti dovranno prendere a corsi di aggiornamento almeno ogni 5 anni.

I corsi di aggiornamento sono così organizzati:

CORSO DI TIPO 1-AGG: CORSO DI AGGIORNAMENTO ANTINCENDIO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ' DI LIVELLO 1 (DURATA 2 ORE)
2 ore solo di pratica.

 

CORSO DI TIPO 2-AGG: CORSO DI AGGIORNAMENTO ANTINCENDIO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ DI LIVELLO 2 (DURATA 5 ORE, compresa verifica di apprendimento).
2 ore di teoria antincendio e 3 ore di esercitazioni pratiche.

 

CORSO DI TIPO 3-AGG: CORSO DI AGGIORNAMENTO ANTINCENDIO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ' DI LIVELLO 3 (DURATA 8 ORE, compresa verifica di apprendimento)
5 ore di teoria antincendio e 3 ore di esercitazioni pratiche.

 

IDONEITA’ TECNICA: l’allegato IV elenca le attività lavorative per le quali gli addetti antincendio devono conseguire l’idoneità tecnica di cui all’art. 3 del decreto-legge 1° ottobre 1996, n. 512.

Inoltre, può essere volontà del datore di lavoro, anche nei casi non previsti, eventualmente comprovare l’idoneità tecnica del personale esaminato con apposita attestazione, la stessa è acquisita secondo le procedure di cui all’art. 3 del decreto-legge 1° ottobre 1996, n. 512.

Occorre sottolineare come alcune attività di livello 2 rientrino nelle attività elencate all’allegato IV.

 

Per la sola parte teorica, sia per la formazione base sia per l’aggiornamento, è consentito il ricorso alla modalità FAD di tipo sincrono.
Ogni tipologia di corso è un segmento formativo unitario e dovrà essere svolto nel rispetto delle durate e dei contenuti minimi indicati dall’allegato III, con esclusione della possibilità di frequenza parziale di un corso di livello superiore. La frequenza del corso deve essere completa e non sono ammesse assenze, neanche parziali.
I corsi di aggiornamento AGG non possono coincidere con parzializzazione di formazione base FOR.

 

Al fine di garantire un agevole espletamento dei corsi è consigliabile un numero di discenti non superiore a 30 unità per le lezioni teoriche ed a 10 unità per quelle pratiche.

 

Tutti i partecipanti alle prove pratiche dovranno indossare casco, protezione degli occhi (visiera o occhiali specifici), guanti da lavoro (conformi almeno UNI EN 388), questi ultimi portati dal discente, e indossare calzature chiuse con buona aderenza al suolo.

Al momento pare non ci siano indicazioni relativamente alla redazione della verifica finale che non risulta prevista solo nel caso del CORSO DI TIPO 1-AGG.

 

Formatori24