Agenti biologici: accesso anche a privati per banca dati Inail

L'Inail pubblica un avviso con cui mette a disposizione, anche dei soggetti privati, la banca dati degli agenti biologici.


Adesso, dunque, anche i soggetti privati interessati possono consultare o archiviare i dati relativi ai livelli di contaminazione microbiologica associati alle attività di lavoro.
Così come specificato dall'Istituto stesso, l'applicativo è rivolto a quanti sono interessati ad archiviare dati e informazioni derivanti da proprie indagini ambientali, utili alla conoscenza, a scopo preventivo, del rischio biologico occupazionale.

Previsti due profili di accesso riservati a enti e strutture pubbliche:

  • visualizzatori: chiunque sia interessato alla consultazione dell’archivio potrà visionare solo una sintesi dei dati.
  • utilizzatori: personale tecnico che effettui indagini ambientali e intenda utilizzare la procedura per archiviare i propri dati. Gli utilizzatori sono anche visualizzatori dei monitoraggi eseguiti da altri tecnici.

Il software è realizzato per la:

  • gestione del processo di rilevazione della contaminazione microbiologica ambientale archiviazione di dati derivanti dalle indagini.
  • valutazione dei risultati ai fini prevenzionali e del controllo statistico della qualità del dato analitico.

Si ricorda tra l'altro che, il datore di lavoro è tenuto a valutare il rischio per la salute dei lavoratori derivante dall'esposizione, anche potenziale, agli agenti biologici deliberatamente o occasionalmente presenti nell'ambiente di lavoro.

 

Come accedere all'applicativo: se non si dispone delle credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale), Inps o Carta nazionale dei servizi, è necessario registrarsi al portale Inail come utente con credenziali dispositive e, successivamente, effettuare richiesta di iscrizione all’applicazione, compilando il modulo “Richiesta d’iscrizione” e inviandolo alla casella di contarp@postacert.inail.it.
Tenuto conto della natura dei dati archiviati, la richiesta va effettuata mediante posta certificata della struttura di appartenenza. Nella richiesta occorrerà indicare: nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, struttura di appartenenza e ruolo svolto, indirizzo email di lavoro, recapito telefonico. Andrà anche indicato il profilo con cui si intende accedere (se visualizzatore o utilizzatore).

 

Formatori24